A caccia di scarpe: iridescenti, olografiche, cangianti

Iridescenti, olografiche, cangianti, chiamatele come vi pare, fatto sta che, secondo me, presto saranno un must.
Qualche giorno fa ero in un outlet village e, dopo aver acquistato un paio di occhiali a specchio (tendenza del momento, must have dell’estate 2014) sono entrata da Diffusione Tessile, ho dato un’occhiata allo spazio dedicato alle scarpe e, già da lontano sono rimasta colpita. Era lì e mi chiamava, una splendida decolletè iridescente nei toni che andavano dal blu al viola, le ho provate ed è stato subito amore, sotto il jeans erano perfette, purtroppo non le ho potute portare a casa con me (credito insufficiente) ma anche il prezzo era un vero affare 66 euro per delle scarpe molto probabilmente Max Mara.
Detto questo, ho deciso di scrivere questo articolo perchè credo che molto presto saranno un vero e proprio must have, credo che, anche se adesso molte le guardano storcendo il naso, tra un po’ tutte le modaiole ne vorranno un paio.
Vi consiglio, se vi capita di imbattervi in un paio di scarpe dalla finitura iridescente, di provarle, e vedrete che addosso non sono “tamarre” come sembrano.A caccia di scarpe: iridescenti, olografiche, cangianti
Nell’immagine ho voluto mettere anche qualche paio un po’ esagerato e poco portabile, però, ne esistono anche di molto belle adatta ad occasioni speciali.
Brian Atwood

Brian Atwood

holographic-shoe

Jimmy Choo

Jimmy Choo

Casadei

Casadei

Jimmy Choo

Jimmy Choo

Jimmy Choo

Jimmy Choo

Manolo Blahanik

Manolo Blahanik

Manolo Blahanik

Manolo Blahanik

Christian Louboutin

Christian Louboutin

Christian Louboutin

Christian Louboutin

Christian Louboutin

Christian Louboutin

Queste scarpe di cui vedete le foto sono quasi tutte di vecchie stagioni, la maggior parte del 2013, quindi capirete bene che, molti “grandi” le stanno producendo già da un po’ e ancora devono diffondersi tra i marchi low cost, pert chi le ama ancora un po’ di pazienza.
E voi? che ne pensate? vi piacciono?

Saturday Night Outfit #3: leather and lace

Anche se un po’ in ritardo, ecco due look ispirati al mio outfit di sabato scorso, il look nel complesso è un po’ rock, un po’ barocco e molto chic, adatto alla primavera. Fa sentire a proprio agio durante la sera ed è adatto anche al giorno se c’è la necessità di essere eleganti ma non troppo, in particolare la versione a sinistra con l’abito di D&G è più da sera e quella a destra più da giorno. La mia giacca di pelle è della Kocca, il vestito (sempre quello che ho indossato io è dell’ Oro Pagoda, in pizzo elastico color bronzo e fodera color carne, come scarpe ho abbinato degli stivaletti tortora in camoscio fino alla caviglia (simili a quelli bordeaux che vedete in basso a sinistra) e la borsa era anche lei color tortora di Pulicati in vera pelle (sempre simile a quella in basso a sinistra di Valentino). Spero vi sia piaciuto questo outfit. Un bacio.Saturday Night Outfit #3: leather and lace

look del giorno con il colore del giorno Pantone SIERRA abbinato ad accessori color corallo

look del giorno con il colore del giorno Pantone SIERRA abbinato ad accessori color corallo
Questo outfit è un classico outfit primaverile, ma allo stesso tempo particolare, la particolarità è data dal fatto che unisce abiti molto semplici ad accessori più particolari ma comunque di forma classica.
L’abito è uno di quelli che sta bene un pò a tutte, infatti la gonna è scampanata e può nascondere fianchi larghi o gambe grosse, la manica non è molto corta e fa risaltare il punto vita. L’abito è accollato, quindi abbastanza austero allora ho deciso di rendere la zona decolletè più vivace con una collana vistosa e in una tinta che risalta bene sul vestito. Le scarpe e la borsa sono entrambe di forma molto classica( la borsa infatti ricorda l’iconica Chanel 2.55)ma rese originali dal colore, insolito anche se delicato ed abbinabile.
Il pezzo più interessante dell’intero outfit sono sicuramente gli occhiali, i Fendi Iridia, li abbiamo visti sulla passerella, sono decorati da enormi Swarovsky e vengono venduti in esclusiva nelle boutique Fendi al modico prezzo di 400 euro.
Il look è poi completato da un trench molto classico in un colore che si avvicina molto a quello suggerito oggi da Pantone, ma anche al classico color sabbia e una sciarpa in lana e seta, quindi calda ma leggera in fantasia tartan.

Summer Colors: Yellow

Summer Colors: Yellow
L’estate scorsa ero stata invitata al matrimonio di miei cari amici, siccome lo avevo saputo con largo anticipo avevo immaginato quello che volevo  mettere senza aver visto quello che c’era nei negozi. Il vestito che volevo era come questo:

Blake Lively

Blake Lively

quindi giallo, lungo, morbido e avevo pensato di abbinarlo ad accessori blu elettrico o fuxia.

Cercai in molti negozi, ogni volta che entravo e chiedevo un abito giallo le commesse storcevano il naso o mi guardavano come se fossi stata un alieno.

Insomma, alla fine io l’abito giallo non l’ho trovato, però, quest’anno posso avere la mia rivincita con quelle persone che nella moda lavorano ma della moda non capiscono un tubo. L’abito lungo giallo è di grande eleganza per il giorno perché è un colore luminoso, e soprattutto, è consono vestire colorati ad un matrimonio, non in bianco come la sposa, non in nero come ai funerali.

Ecco alcuni abiti delle collezioni di alta moda per la primavera estate 2014:

Alexandre Vauthier

Alexandre Vauthier

Zuhair Murad

Zuhair Murad

 

Zuhair Murad

Zuhair Murad

 

Vionnet

Vionnet

 

Stèphane Rolland

Stèphane Rolland

 

Stéphane Rolland

Stéphane Rolland

 

Stéphane Rolland

Stéphane Rolland

 

Schiaparelli

Schiaparelli

 

Gianbattista Valli

Gianbattista Valli

 

Elie Saab

Elie Saab

 

elie Saab

elie Saab

 

Atelier Versace am

Atelier Versace

Atelier Versace

Atelier Versace

 

Alexandre Vauthier

Alexandre Vauthier

 

Alexandre Vauthier

Alexandre Vauthier

Gli abiti di alta moda sono stupendi, ma non sempre portabili nella vita di tutti i giorni, come ho già detto possiamo prendervi ispirazione per un matrimonio o un’occasione importante ma, è molto bello vestirsi bene tutti i giorni e, se un colore ci piace ma non ce la sentiamo di osare con un total look o un abito a tinta unita allora possiamo indossare tessuti a fantasia che contengano anche quel colore o semplicemente usare borse, scarpe e accessori di quel colore, come hanno proposto molti stilisti nelle collezioni primavera-estate 2014:

Roksanda Ilincic

Roksanda Ilincic

 

John Galliano

John Galliano

 

John Galliano

John Galliano

 

Jenny Packham

Jenny Packham

 

Jenny Pakham

Jenny Pakham

 

Hermès

Hermès

 

Ermanno Scervino

Ermanno Scervino

 

Christian Dior

Christian Dior

 

Christian Dior

Christian Dior

 

Chanel

Chanel

 

Chanel

Chanel

 

Céline

Céline

 

Céline

Céline

 

Burberry Prorsum

Burberry Prorsum

 

Burberry Prorsum

Burberry Prorsum

 

Blumarine

Blumarine

 

Blugirl

Blugirl

 

Amaya Arzuaga

Amaya Arzuaga

 

A Lab Milano

A Lab Milano

 

Aigner

Aigner

 

Aigner

Aigner

 

Blugirl

Blugirl

Il giallo non è un colore molto facile da portare, sia perché non piace a molti e quindi è poco usuale, sia perchè una tonalità di giallo non adatta alla tonalità di pelle di chi indossa il vestito può far apparire troppo pallide o peggio ancora spegnere il colore degli occhi e dei capelli. Se si decide di indossare un abito giallo quindi, bisogna cercare attentamente la tonalità giusta, solitamente a chi ha la carnagione scura sta molto bene il giallo, qualsiasi giallo, però è meglio se opta per tonalità del giallo più calde, mentre le bionde, possono scegliere un giallo “canarino” o un giallo limone, quindi più freddo. Se proprio vedete che il giallo vi spegne il viso allora mettete magari una gonna gialla e una maglia di un colore che vi dona di più.

Personalmente abbino il giallo “caldo” al bianco o al nero, mentre mi piace abbinare il giallo limone a colori come il blu, il viola o colori fluo tipo il fuxia, quindi “freddi”.

 

 

 

Today outfit, real leather question

Today outfit, real leather question
Questo è l’outfit che ho scelto stamattina per uscire, l’immagine non è proprio identica ai vestiti che ho realmente, infatti, la mia maglietta dei Rolling Stones ha la bandiera dell’Inghilterra sulla lingua e il mio giubbino non ha la cintura e i miei stivaletti oltre alle borchie hanno dei veri Swarovsky.
Entriamo nel dettaglio, la maglietta è della Calliope, in cotone, 15 euro circa; il leggings è Tezenis 9,90 euro; il giubbino è di finta pelle ed è della Phard, costava 89,90 euro, ma l’ho pagato all’outlet 27 euro; gli stivalletti sono Albano, 190 euro e la borsa non ha alcuna marca, l’ho presa in un negozietto per 20 euro, è di ecopelle.
Il look nel complesso è molto easy e carino, comodo e primaverile, però quando sono uscita mi sono sentita un po’ a disagio, era la prima volta che mettevo il giubbino, era anche la prima volta che mettevo un giubbino in finta pelle. Responso: borse scarpe e giubbini devono essere in vera pelle. Io sono la prima a difendere gli animali, pensate che sono contraria perfino alla ricerca se vengono maltrattati animali, se fosse per me vieterei anche di mangiare carne, ma, ahimè, la carne mi piace e tutti la mangiano, ora parecchi diranno, il cibo non si può paragonare a una borsa, questo è verissimo, ma, la pelle non è come la pelliccia, la pelle è uno scarto dell’industria alimentare (a meno che non sia pelle di coccodrillo), quindi, quelle che dicono “io sono animalista, solo ecopelle” e poi mangiano la carne mi fanno tanto ridere. Io personalmente sono contraria alle pellicce, favorevole alla pelle che è scarto dell’industria alimentare, favorevole alla lana di pecora, l’angora e la pelliccia di mongolia(pelliccia ottenuta pettinando e non scorticando l’animale, quindi non muore nessuno) purchè gli animali non vengano maltrattati ma solo tosati o pettinati, insomma, si può prendere dagli amici animali ciò che ci serve, ma bisognerebbe ringraziarli per quello che ci danno. Si ai materiali naturali, no alla crudeltà.

A caccia di scarpe NIGHT: ALBANO

Dopo avervi parlato delle scarpe Albano e avervi mostrato i miei modelli preferiti da giorno, ecco a voi quelli da sera, io le metto per andare a ballare, ma anche per una semplice serata tra amici, fanno sempre un figurone e rendono elegante anche il vestito più anonimo. A caccia di scarpe NIGHT: ALBANO

A caccia di scarpe DAY: ALBANO

Finalmente, oggi vi parlo delle mie scarpe preferite, le Albano.
Ne ho svariate e sono tutte accomunate da due particolari, sono belle e sono comode. Sono scarpe artigianali rigorosamente Made in Italy.
Vi propongo qui i miei modelli preferiti della collezione primavera-estate 2014, questi sono quelli che considero da giorno, anche perché, nonostante l’altezza vertiginosa ci si può stare tutto il giorno senza soffrire. Per me è la scarpa perfetta, non sono di certo economiche ma hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo e costano la decima parte rispetto a scarpe firmate di pari qualità e bellezza.A caccia di scarpe DAY: ALBANO

BLUMARINE Milano Fashion Week 2014

Con Blumarine abbiamo la conferma che i trend del prossimo inverno saranno i pellicciotti, colorati, corti e voluminosi e gli abiti stile kimono. Splendidi i tessuti lucidi e la palette di colori dal blu cina al verde petrolio. Molto japan style le stampe rosse su fondo bianco, giovani ed eleganti i vestitini corti con tocco oro. nel complesso credo che sia una delle più belle collezioni, molto interessanti anche le scarpe e da notare il ritorno delle spalline, le spalline spesso sono sottovalutate e considerate brutte, io invece credo che siano molto utili per rendere proporzionate alcune fisicità.BLUMARINE Milano Fashion Week 2014