Summer Night Out

smalto, nail polish, Collistar verde glamour 532 smalto, nail polish, Chanel le vernis Kaleidoscope 479

smalto, nail polish, Collistar verde glamour 532
smalto, nail polish, Chanel le vernis Kaleidoscope 479

collana fatta a mano in pietre dure, handmade necklace with real hard stone

collana fatta a mano in pietre dure, handmade necklace with real hard stone

anelli vintage, giacca in pelle Kokka, pochette Guess by Marciano, abito Guess Jeans vintage rings, Kokka leather jacket, Guess by marciano bag, Guess Jeans dress

anelli vintage, giacca in pelle Kokka, pochette Guess by Marciano, abito Guess Jeans
vintage rings, Kokka leather jacket, Guess by marciano bag, Guess Jeans dress

scarpe Albano Albano shoes

scarpe Albano
Albano shoes

Siamo tutte un po’ Maleficent

ImmagineImmagineImmagine

Pochi giorni fa è uscito il tanto atteso film della Disney su Maleficent, la cattiva della Bella Addormentata nel bosco, con protagonista Angelina Jolie, ma già da mesi impazza la moda “malefica”.

Immagine

La moda è sempre più protagonista dei film e soprattutto di tutti gli eventi che vi ruotano intorno, infatti, le scarpe della Jolie in onore del film sono state firmate “nientepopodimenoche” da Christian Louboutin.

 

Immagine

Immagine

ImmagineImmagine

Anche le scarpe di Elle Fanning, che nel film interpreta il ruolo di Aurora sono firmate Louboutin, eccole, sono molto più “principesche”

Immagine

De resto Loubotin non lascia mai una principessa senza la sua scarpetta, infatti qualche anno fa aveva creato anche la scarpetta più famosa, quella di Cenerentola.

Immagine

Oltre a Louboutin anche un’italiana si è occupata di scarpe “malefiche”. La fashion blogger Chiara Ferragni ha dedicato a Malefica una limited edition delle sue famose slippers con gli occhioni.

Immagine

Immagine

Oltre alla moda, non poteva mancare un tributo nel mondo del make up, e chi se non Mac, con le sue famose collezioni in limited edition?

Immagine

 

Che ne pensate? Siete state contagiate anche voi?

 

 

 

A caccia di scarpe: la punta “perfetta”, il tacco “perfetto”

Le prime cose che ci condizionano nell’acquisto di una scarpa sono sempre due, la punta e il tacco. Quante volte diciamo “questa scarpa non è alla moda” perché ha una punta che non va o che non ci piace e quante volte non acquistiamo delle scarpe perché il tacco è troppo sottile o troppo doppio o troppo alto o troppo basso.

La scelta di punta e tacco va oltre l’estetica, guardiamo per prima cosa se ci piacciono, ma a volte siamo portate a scegliere il tacco doppio per una scarpa da giorno e, al contrario se ci serve una scarpa elegante da sera scegliamo un tacco sottilissimo; altre volte siamo spinte dalla praticità, un tacco largo è più comodo e una punta tonda è più confortevole di una punta “affilata”.

Quando si parla di mode e tendenze sono sempre le punte a variare, abbiamo visto il boom delle punte lunghissime, di quelle quadrate e di quelle tonde, per tornare poi a scarpe appuntite ma dalla punta più corta, poi c’è stata la moda del plateau che permetteva di indossare scarpe dal tacco vertiginoso e le zeppe di tutte le forme e altezze, insomma, la moda gioca sempre sugli stessi elementi cambiandoli per ottenere “nuovi modelli”.

A parer mio, la scarpe perfetta, e parlo di scarpe col tacco alto, è sempre una, e cioè la decolletè appuntita, con punta non troppo lunga e tacco a spillo che varia tra i 5 e i 12 cm, senza plateau. Perché la considero “perfetta”, primo perché ai nostri occhi non appare mai “fuori moda” e secondo perché sta bene sotto a tutto, sotto i pantaloni, che siano a zampa, stretti alla caviglia, a pinocchietto, a sigaretta, eleganti o di jeans, sta bene poi sotto le gonne di ogni lunghezza e di ogni modello, partendo dal tubino fino ad arrivare a quelle svasate.

Casadei

Casadei

Un altro aspetto fondamentale che ha reso i tacchi molto influenti nella scelta di una scarpa sono dei tacchi “particolari” che rendono le scarpe vere e proprie sculture.

Alexander McQueen

Alexander McQueen

sculpt2

sculpt3

Alberto Guardiani

Alberto Guardiani

Mugnai

Mugnai

secondo voi che tacco e che punta ha la scarpa perfetta?

 

A caccia di scarpe NIGHT: ALBANO

Dopo avervi parlato delle scarpe Albano e avervi mostrato i miei modelli preferiti da giorno, ecco a voi quelli da sera, io le metto per andare a ballare, ma anche per una semplice serata tra amici, fanno sempre un figurone e rendono elegante anche il vestito più anonimo. A caccia di scarpe NIGHT: ALBANO

A caccia di scarpe DAY: ALBANO

Finalmente, oggi vi parlo delle mie scarpe preferite, le Albano.
Ne ho svariate e sono tutte accomunate da due particolari, sono belle e sono comode. Sono scarpe artigianali rigorosamente Made in Italy.
Vi propongo qui i miei modelli preferiti della collezione primavera-estate 2014, questi sono quelli che considero da giorno, anche perché, nonostante l’altezza vertiginosa ci si può stare tutto il giorno senza soffrire. Per me è la scarpa perfetta, non sono di certo economiche ma hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo e costano la decima parte rispetto a scarpe firmate di pari qualità e bellezza.A caccia di scarpe DAY: ALBANO