Milano Fashion Week collezioni autunno/inverno 2015/2016 day2 Fendi – Just Cavalli – Anteprima

Fendi, come al solito ha proposto qualcosa di bello ed originale, pur mantenendo il suo stile fedelmente.

La collezione proposta è una perfetta armonia tra la moda anni ’70 e lo stile di sempre di casa Fendi.

Sono presenti look total white, ma anche a blocchi di colore e ancora “a blocchi di tessuto”.

I colori prevalentemente usati cono colori caldi che, in alcuni look, accostati al bianco o al nero li fanno risaltare rendendo l’outfit nel complesso molto luminoso.

Particolari anche i piumini proposti, alcuni a fantasia, altri che erano degli abitini altri con tagli fuori dal comune.

La cosa che amo di più, però, sono le borse, i classici must have di Fendi rivisitati.

fenditw

fendiblocchi

fendipium

 

 

La collezione Just Cavalli presenta i tipici trend 2015, e cioè la forte presenza dei toni di color marsala e gli stili degli anni ’70.

Poco presenti le stampe animalier, tipiche della maison, quasi celate in colori insoliti. Non mancano, però, altre stampe e fantasie, troviamo infatti sia raffinati motivi tono su tono, sia decori a contrasto che accompagnano la silhouette del corpo.

I capispalla voluminosi e le borse piccole rendono i look molto raffinati.

Gli abiti lunghi sono tutti in tessuti impalpabili.

justcavalli

justcavalli2

justcavalli3

 

 

Per il prossimo autunno/inverno Anteprima propone una collezione ricca di gonne e capispalla.

Le gonne sono quasi tutte longuette ma proposte in diverse forme, tagli e tessuti, i capispalla sono molto voluminosi e avvolgenti.

I toni utilizzati vanno dal blu al nero al grigio, come unica fantasia troviamo il tartan.

Nei look le proporzioni sono dettate dai volumi e dalle consistenze dei diversi tessuti.

Lo stile è molto sobrio e chic.

anteprima1

anteprima2

anteprima3

 

foto Imaxtree

Milano Fashion Week collezioni autunno/inverno 2015/2016 day1 Fay – Alberta Ferretti – N°21

La collezione Fay ha proposto capispalla che rivisitano quelli degli anni ’70 e ’80, sono infatti presenti il tartan in molte declinazioni differenti, per le più audaci troviamo anche il camouflage e l’animalier, mentre i tipi più sobri e classici saranno accontentati dall’intramontabile nero disponibile su un’ampia scelta di tagli per ogni occasione.

faynero

fayquad

faycamou

 

La purezza e l’austerità del bianco e del nero hanno aperto la sfilata di Alberta Ferretti, poi il nero con inserti in tutte le sfumature del rosso, spinte fino ad arrivare all’oro, i colori di un magico tramonto, tramonto che faceva anche da sfondo alla passerella.

Colori aristocratici, un gioco di tessuti pesanti e leggeri, di applicazioni metalliche su tessuti impalpabili che fluttuavano ad hoc.

Lo stile della collezione è sia moderno e lineare ma anche ispirato ad abiti antichi e ricchi.

Uno stile e un’eleganza di altri tempi. Alberta Ferretti mi ha ricordato perché amo la moda.

af1

af2

af3

 

N°21 ha, in generale, una stile che mi piace molto, in questa collezione è influenzato dal trend degli stili anni ’70. molti outfit sono a strati e ne troviamo molti altri, sia outfit che abiti interi, in cui sono presenti sovrapposizioni di diverse lunghezze, di solito non è una bella cosa da vedere ma in questo caso è stata interpretata in modo proporzionato e armonioso.

n21

n211

n212

foto imaxtree su Camera Nazionale della Moda Italiana