Estate 2016, cosa indossare? Non ve lo dico…

turquoise-flamingo-leaf-animal-fabric-Timeless-Treasures-USA-196971-3

Ieri stavo per scrivere un articolo su cosa indossare questa estate quando non si è ancora in vacanza, stavo per mettermi a dare consigli su cosa indossare e cosa no, su come stare freschi e mantenere una certa eleganza e stile e quali sono le tendenze dell’estate. Mi stavo pure impegnando a scrivere in modo da avere una buona SEO, poi, ho avuto una sorta di blocco dello scrittore e ho lasciato perdere.
Ieri sera, poi, ho ascoltato un’intervista e finalmente mi è tornato in mente perché ho aperto questo blog e come piace scrivere a me ed eccomi qui.
Oggi non so di cosa vi sto parlando, è un po’ un post con quattro chiacchiere per tenere compagnia a chi avesse voglia di leggere, come fanno le youtubers, accendono la telecamera e si raccontano.
Io mi sono appassionata alla moda quando ho scoperto per caso di essere una di quelle persone che definiamo cool hunter e questo è successo quando ancora non seguivo le sfilate, o almeno era molto difficile seguirle, aspettavo le nuove collezioni nelle vetrine e sulle riviste patinate.
Adesso che so come funzione, che ho capito il meccanismo sono quasi annoiata, le collezioni escono così in anteprima che mi sembra tutto vecchio e demodè.
Non so se sia il fatto che io vedo le sfilate e poi solo mesi dopo quei capi sono messi in vendita e si vedono su riviste e siti o se sia il fatto che ormai non c’è veramente niente di nuovo, insomma, c’è tanto e niente.

Il fast fashion ha cambiato molte regole ma, come avevo previsto, è tornata alla ribalta la moda anni ’90, quello stile sta spopolando molto e vedo che lo apprezzano soprattutto le ragazzine nate dopo il 2000, forse proprio perché per loro non sembra “già visto”, per quanto riguarda me, invece, mi guardo intorno e i capi mi ricordano qualcosa di già visto, già visto addosso a me, oppure in qualche vecchio video clip musicale o in telefilm cult come Sex and the city, Will & Grace o Beverly Hills 90210.

Parliamo invece un po’ di quello che mi sta piacendo, Philippe Plein, lo adoro, perchè? perché quello che fa è “stiloso”, lo definirei come mi piaceva definire Cavalli anni fa “tamarro con gusto”, cioè, pensateci, è facile fare un tubino nero,o un qualunque capo basic, la buona riuscita è dovuta alla tecnica sartoriale e al tessuto scelto, non tanto al buon gusto, allo stile; al contrario, creare qualcosa di appariscente e particolare che non sia too much ma che vi si avvicini molto non è per niente facile.
Cos’altro mi piace? Blake Lively, sempre, troppo bella, con un ottimo gusto e uno stile che ormai è diventato il suo marchio di fabbrica.
Poi adoro le stampe, soprattutto di fenicotteri ma anche ananas, cactus, colibrì e avocado…su costumi, t-shirts, abitini, calzini, shorts, scarpe…
Spero di non avervi annoiate, infine, voglio chiedervi una cosa, leggo sui social di gente che critica i fashion blogger accusandoli di “imporre agli altri come vestirsi” voi cosa ne pensate? vi infastidiscono i consigli di moda e stile o li reputate utili?

 

Cosa indossare in primavera col brutto tempo?

Eh sì, ormai siamo in primavera inoltrata, le belle giornate però fanno solo capolino tra giornate di pioggia.

Quando il tempo fa i capricci non sappiamo mai cosa indossare (solo quando il tempo fa i capricci?!?) ma con qualche ispirazione possiamo tirare fuori capi dal nostro armadio che ci salvano il look.

La cosa più brutta di quando il tempo è ancora cattivo in primavera è che con gli abiti estivi possiamo prendere freddo, mentre con quelli invernali proprio non ci sentiamo a nostro agio, e spesso, abbiamo anche già fatto il cambio di stagione (a proposito ecco qualche consiglio per fare il cambio di stagione qui).

La prima cosa su cui concentrarci per sembrare dei freschi boccioli primaverili è affidarci ai colori (qui vi parlo dei colori di tendenza per questa primavera), quindi, un golfino, anche se di lana, in tinte pastello non darà quella sensazione visiva tipo “maglione natalizio” ma vi terrà calde e, magari su una camicetta di seta leggera vi donerà un look super primaverile e bon-ton, completate il look con un bel trench.

Una dritta, se vi piacciono i golfini o comunque in generale possedete maglie o felpe aperte sul davanti non posatele nel cambio di stagione (soprattutto se sono sottili), cercate di tenerle sempre in una “zona neutrale” dell’armadio perché possono servirvi quando avete bisogno di vestire “a strati”.

spring2016 bon ton

 

Se non amate lo stile bon-ton ma siete più delle rock girls in vostro aiuto ci sono le giacche di pelle (o similpelle), ma anche le giacche in denim, entrambe perfette per la primavera.

Un consiglio in più, in primavera sostituite il chiodo nero con uno colorato (il chiodo di Zara sta facendo impazzire tutte) e invece dei biker indossate sneackers bianche o in tela.

spring2016 rock

 

Se siete più sportive un must di questa primavera è il bomber, in raso, con stampe, è perfetto con jeans e sneakers bianche.

sprin 2016 sporty

 

Il bomber in raso è perfetto anche per outfit più ricercati, ad esempio abbinato ad una gonna a ruota, con gli accessori giusti, ad esempio occhiali da sole a gatta, fa subito un look effetto vintage.

spring2016 vintage

 

Capi must have della primavera, secondo me, sono le giacche in pelle, i trench, i capi in denim, le maglie in filo di cotone, le camicette in sete le sneakers bianche e le calze a rete. Ovviamente non tutto insieme. Vi parlo delle calze primaverili qui.

Spero che questo post di oggi vi sia stato utile e che questi outfit vi siano di ispirazione. Un bacio.

Saturday Night Outfi: è arrivato il freddo

Nuovo post, lasciatevi ispirare per le vostre serate invernali dall’outfit che ho indossato sabato.

Come sempre è creato con Polyvore, capi e accessori sono uguali o molto simili ai miei ma non gli stessi.

Spero vi piaccia.

xoxo Iolanda

 

 

saturday night outfit freddo

Saturday night outfit fall 2015

Mi sono resa conto che da tanto non postavo i look del sabato sera, e allora eccomi qui, vi racconto cosa ho indossato sabato per una cenetta col mio ragazzo seguita da un giro per locali con gli amici.

saturday night outfit

Come ormai ben sapete le immagini dei miei outfit che trovate qui sono solo indicative, vi descrivo i capi realmente indossati da me.
Allora, il mio top è dello stesso modello di quello che vedete in foto, ha però la cerniera, è in lurex grigio metallizzato e presenta dettagli in ecopelle, è della Suerte, brand di maglieria italiana.
La mia gonna è uguale a quella che vedete in foto, molto aderente, a vita alta, io l’ho presa all’Alcott per 2,99 euro a fine saldi.
Il cappello, un panema molto simile a quello in foto l’ho acquistato da Diffusione Tessile.
Le scarpe spuntate che ho io sono in pelle decorate da una grossa cerniera, di SportMax.
Infine, il mio cappottino nero lungo è Guess by Marciano.
Tutti i capi sono di vecchie collezioni.
Ecco infine due foto, dove si vedono meglio i dettagli della maglia e il make up, molto semplice, dato che il rossetto è molto vistoso.
Spero che questo outfit vi sia piaciuto e possa esservi utile.
wpid-wp-1447338765911.jpeg
wpid-wp-1447338736736.jpeg
Ciaooo
ps:il rossetto è di wycon, fantastico, color sangria

Calze e collant di primavera

Questo è il periodo in cui abbiamo in giro per casa maglioni e t-shirts, pantaloni e pantaloncini, stivaletti biker e sandali, ma soprattutto è il periodo in cui ci chiediamo “ma la gonna la metto con o senza calze?” “che calze metto in primavera?” “che calze metto con le scarpe estive?”

Queste ed altre risposte in questo articolo.

Vi ho già parlato delle calze in generale qui e poi vi ho parlato delle calze color carne qui (leggete l’articolo, lo avete fatto in poche visto che vedo ancora in giro troppe calze sbagliate, calze color carne palesemente comprate dai cinesi che splendono al buio facendo effetto catarifrangente o di colori sbagliati che fanno le cosce color brodo fatto col dado di carne), oggi parliamo delle calze adatte alla primavera e alla “mezza stagione” in generale.

Vi ho parlato infinite volte delle mie amatissime calze a microrete color carne di Calzedonia (ma che attualmente si trovano ovunque, sono prodotte da quasi tutti i brand di calze), ecco, con quelle è difficile sbagliare, le abbino con tutti i look primaverili, vanno bene per stili e occasioni diverse, attenzione però, purché siano stili abbastanza casual, non vanno bene con look eleganti ( a meno che non vogliate somigliare alla Marini ), quindi, ricapitoliamo, calza a microrete color carne, SI con stivali estivi, biker, cut out boots, e sta molto bene con le mary jane, può andare anche con le decolletè, NO con sandali, scarpe open toe o peep toe ( per chi non conoscesse la differenza le peep toe hanno una piccola apertura sulla punta dalla quale si intravedono al massino un paio di dita, le open toe sono proprio “spuntate”, hanno la punta con un’apertura ampia e si vedono le dita quasi completamente). SI con look casual, country, da giorno, romantici, bon ton, NO con vestiti molto eleganti o da sera.

wpid-wp-1430834542797.jpeg

Seconda calza interessante è la calza a rete nera, al contrario della sopracitata color carne è più adatta a look da sera, si abbina bene con stile rock o casual. Le scarpe adatte sono le stesse della color carne la differenza è che questa sta molto meglio con le decolletè ed è ammessa in alcuni casi con le peep toe (ma non con le open toe). Qui vige una regola molto importante, bisogna abbinarla in modo che non risulti volgare, quindi, no a gonne inguinali o tacco vertiginoso. Ottimo è possedere anche dei gambaletti o calzettini a rete nera da abbinare alle decolletè quando le indossiamo sotto al jeans o pantaloni (che siano decolletè però, spesso vedo chanel peep toe, calza a rete e jeans, no, lo chanel non va sotto il jeans).

wpid-wp-1430835754597.jpeg

wpid-wp-1430835593067.jpeg

Terzo tipo, e non per importanza sono le calze che ci vengono proposte nelle collezioni primaverili, con queste, essendo meno “classiche” ci si può sbizzarrire di più, le più belle sono le color carne con pallini e disegni a contrasto, quelle effetto tatuaggio, quelle velata con la rete ricamata nella trama, quelle con ricami, quelle con micro pois…

wpid-wp-1430834849109.jpeg

Per queste calze non c’è una regola precisa per abbinarle, bisogna affidarsi al buon senso, al buon gusto e al proprio stile. Per sapere quali sono le scarpe giuste leggete le regole che ho scritto per le calze a rete e applicate quelle della microrete color carne alle calze chiare e quelle della rete nera alle calze scure.

E per le più eleganti, per la sera, scegliete le calze in pizzo traforato.

Dubbi amletici, perché compro sempre vestiti e non ho mai niente da mettere?

L’armadio è pieno, non c’è più spazio, possiedo magliette che non ricordo nemmeno di avere, ogni volta che faccio shopping compro sempre più di una cosa, eppure, sono anni che non ho mai niente da mettere.

Potrebbe sembrare assurdo, potrebbe sembrare da superficiali, potrebbe sembrare tutto inutile e criticabile ma per me non è così, io quando esco voglio sentirmi a mio agio, voglio stare bene con me stessa e soprattutto voglio avere addosso ciò che mi va di portare in quel determinato momento.

A volte penso che la differenza principale tra uomini e donne sia proprio questa, abbiamo decine e decine di scarpe, centinaia di vestiti e ci serve sempre qualcosa, qualcosa di nuovo, mentre gli uomini hanno due jeans un paio di maglioncini, due camicie e una felpa e dicono che non gli serve niente, che hanno già troppa roba.

Tutto questo mi fa pensare a una cosa importante, e cioè che noi donne non ci accontentiamo mai, vogliamo sempre di più e sempre meglio e penso che questa sia una cosa positiva, volere di più significa anche provare ad ottenere di più, e non parlo solo di vestiti, parlo di emozioni, soddisfazioni, realizzazioni.

Torniamo però alla nostra domanda, perché non abbiamo mai niente da mettere? Forse perché ci piace cambiare in base al nostro umore, forse perché vogliamo essere impeccabili, forse perché vogliamo seguire le tendenze, forse perché ci piace mostrare quello che abbiamo con quello che indossiamo.

In realtà non lo sapremo mai, non ci resta che continuare a comprare, imparare dai nostri errori per non avere nell’armadio capi che non mettiamo mai e quindi non sprecare soldi e continuare a sorridere, anche quando “non abbiamo niente da mettere”.

 

Scelte di stile ss14

Come diciamo sempre, “la moda passa, lo stile resta”, ma a volte è anche bello cambiare stile, magari nei periodi di vacanza, magari per la bella stagione, per divertirci, per rinnovarci, per giocare con la moda o semplicemente perché ci va.

Andando in giro per negozi, mi sono fatta un po’ di idee sugli stili con cui divertirci in questa primavera, estate, sia guardando le vetrine, sia valutando quali dei miei outfit (di vecchie collezioni) sono stati più apprezzati.

COWGIRL

Per uno stile da perfetta cowgirl i protagonisti del look sono sicuramente gli stivali modello “camperos”, molto pratici e comodi, che siano alti o bassi, lunghi o alla caviglia, non mai “fuori moda”, io li definirei quasi un classico, stanno bene sotto vestitini, pantaloncini, mini gonne e gonne lunghe, ma vanno benissimo anche con jeans o leggings.

I vestitini più adatti sono a pois a fiori o comunque a fantasia, magari con la gonna un po’ svasata all’orlo. I pantaloncini e le minigonne devono essere rigorosamente in denim e per le gonne lunghe meglio scegliere quelle larghe e morbide, a magari a pieghe, sia a tinta unita che a fantasia. Anche le camicie in jeans (must di questa primavera estate) o a quadretti fanno subito cowgirl e per le amanti dei dettagli scegliete capi con inserti all’uncinetto.

In primavera, quando ancora non fa molto caldo, con questo look sono molto adatte le calze in microrete color carne. Occhiali a goccia e borsa a tracolla completeranno l’outfit.

Brand che adottano spesso questo stile sono Marlboro Classics, Replay e Levi’s.

y

 

 

CALIFORNIA GIRL

Lo stile Californiano è lo stile giovane ed estivo per eccellenza, fatto di colori vivaci e capi “minimal”, nel senso che coprono il minimo indispensabile.

E allora via a bikini colorati, fantasie con palme, shorts cortissimi e ombelico al vento, ma anche ricami e top all’uncinetto.

Per essere una perfetta california girl bastano degli infradito o delle scarpe di tela molto basse, rigorosamente colorate o bianche, niente nero o colori cupi, una t-shirt con stampa fa al caso vostro se non volete scoprire la pancia, altrimenti via con microtop o microcanotte, top traforati e maglie che lasciano scoperte le spalle, da abbinare a microshorts. Per quanto riguarda i vestitini sono adatti quelli micro a sottoveste o quelli attillati a canottiera, la regola è una, gambe scoperte e abbronzate.

Questo look si completa con un must di questa stagione, gli occhiali a specchio.

Brand famosi per questo stile sono Hollister e Abercrombie.

y

 

MODA CAPRI/POSITANO

Un’altra fonte di ispirazione intramontabile per i look estivi sono i nostri luoghi italiani di mare e vacanza, come ad esempio Capri o Positano. Vero must sono i sandaletti di cuoio fatti a mano, i pantaloni da sopra la caviglia e gli abiti in lino. Per questo stile i colori sono più “seri” predominano infatti il bianco e il blu, i tessuti devono essere ricorosamente naturali e leggeri come lino e cotone e il piede, nei mitici sandali, è quasi nudo.

I pantaloncini non devono essere mai troppo corti, questo stile non è mai volgare.

Per le maglie si scelgono forme più classiche e lineari, il look in definitiva deve comunque essere chic, quasi elegante.

I negozietti di artigianato sono le boutique ideali.

Le borse migliori sono quelle ampie e colorate a metà strada tra una shopping bag e un borsone da mare. occhialoni e cappello ampio completano il look.

y