Dodicitrucchiduemilaquindici, un calendario per Ciro

Troppo spesso quando si parla di moda, make up e tutti i mestieri ad essi associati si pensa subito a qualcosa di frivolo, superficiale.
La realtà, a mio parere, è un’altra, dietro ci sono grandi professionisti e grandi idee e alcune di queste, per fortuna, riescono a lanciare forti messaggi positivi e a dare aiuti concreti per il sociale.
Oggi vi parlerò proprio di una di queste idee.
Lo scorso 8 dicembre, l’atelier di Bruno Caruso, a Napoli in via Poero, è stata la location da sogno della presentazione di un calendario molto speciale.
“Dodicitrucchiduemilaquindici” è il nome del calendario ideato dalla make-up artist Ortensia Tropeano, e ciò che ha di speciale sono le 12 modelle “non-modelle”, infatti sono state scelte 12 ragazze che non avevano mai posato per delle foto professionali, che si occupano di altro nella vita e che hanno accettato la sfida della mua.
La sfida era quella di dimostrare che con un valido trucco si possano valorizzare anche delle ragazze semplici.
“Voglio fare un calendario ma senza modelle professioniste. Io voglio trasformare con il make up delle semplici ragazze in top models. Tutti devono capire la forza del mio lavoro”, ha scritto Carmen Cozzolino, blogger di Life Rulez citando la sua amica Ortensia Tropenao e, lei e il suo staff, le sue assistenti Serena Coppola e Noemi Grimaldi, il fotografo Raffaele Bifulco, l’ hair stylist Salvatore Gargiulo, la stylist Antonella Porta, il project manager Massimiliano Di Maio e la direttrice della rivista Pink life Linda Suarez, ci sono riusciti, e non solo, hanno trasformato un progetto di bellezza in concreta beneficenza.

Lo staff del calendario

Lo staff del calendario


I fondi raccolti grazie alla vendita del calendario andranno, infatti, all’associazione “Ciro Vive”, nata in onore del tifoso del Napoli ucciso a Roma in occasione della partita della finale di coppa Italia.
Alla presentazione in atelier era presente anche Antonella Leardi, la mamma di Ciro, che ha subito accolto il progetto e ha dichiarato “Non immaginavo che il segnale contro la violenza che ho lanciato potesse essere recepito da settori e ambienti che con lo sport hanno poco in comune. Con questo calendario, che si unisce ad altre iniziative benefiche che ci aiutano, potremmo realizzare i progetti contro la violenza verso le donne”.
Ortensia Tropeano, Antonella Leardi, Bruno Caruso

Ortensia Tropeano, Antonella Leardi, Bruno Caruso


Ortensia Tropeano e Antonella Leardi

Ortensia Tropeano e Antonella Leardi


Domenica scorsa, 14 dicembre, poi, il calendario è stato ufficialmente presentato al pubblico.
La presentazione è avvenuta durante una serata di Gala glamour a Villa Campolieto ad Ercolano alla quale hanno partecipato oltre 500 invitati.
Ortensia Tropeano con le sue "modelle"

Ortensia Tropeano con le sue “modelle”


Carmen Cozzolino, Ortensia Tropeano, Bruno Caruso

Carmen Cozzolino, Ortensia Tropeano, Bruno Caruso


Alla serata presenti le dodici ragazze che hanno indossato abiti di Bruno Caruso e un make-up creato per loro da Ortensia Tropeano, ogni ragazza, poi ha affiancato la pesentazione fotografica per mettere in risalto la naturalezza degli scatti, il tutto è stato curato da Massimiliano Di Maio.
“Più brave di molte top model” sono state definite le ragazze dalla stessa Ortensia Tropeano.
GENNAIO, Karolina Wojeciechowska

GENNAIO, Karolina Wojeciechowska


FEBBRAIO, Maria Laura Vestri

FEBBRAIO, Maria Laura Vestri


MARZO, Maria Bruna Salamandra

MARZO, Maria Bruna Salamandra


APRILE, Monica Parascandolo

APRILE, Monica Parascandolo


MAGGIO, Claudia Palermo

MAGGIO, Claudia Palermo


GIUGNO, Gabriella Esposito

GIUGNO, Gabriella Esposito


LUGLIO, Elvira Gagliano

LUGLIO, Elvira Gagliano


AGOSTO, Roberta Marino

AGOSTO, Roberta Marino


SETTEMBRE, Noemi Apre

SETTEMBRE, Noemi Apre


NOVEMBRE, Federica Grasso

NOVEMBRE, Federica Grasso


DICEMBRE, Angela del Vecchio

DICEMBRE, Angela del Vecchio


Non sono mancati poi i momenti di spettacolo come la musica del trio Music Plant, l’esibizione dei maestri di tango del Salone Margherita di Napoli, Nora Witanowsky e Juan Carlos Martinez e il flash mob di Peppe Coppola e Francesca Wirz al quale hanno partecipato una quindicina di ragazzi.
Non è mancata nemmeno la beneficenza, durante la serata sono stati raccolti fondi per oltre 2000,00 euro, grazie alla vendita benefica del calendario, destinati all’associazione Ciro Vive.
Il calendario, sarà in vendita attraverso il sito della make up artist Ortensia Tropeano www.ortensia.tropeano.com e quello dell’associazione nata per ricordare il giovane tifoso napoletano www.associazionecirovive.it al prezzo base di soli 10 euro.
Nel mese di gennaio, ci saranno altre occasioni per partecipare alla promozione del calendario “Dodicitrucchiduemilaquindici” e fare beneficenza, sabato 10, 17 e 24, infatti, si svolgeranno in alcuni negozi della zona di Chiaia delle prove gratuite di trucco con Ortensia Tropeano dove sarà possibile acquistarlo.

Annunci

Bruno Caruso fashion show, gran successo e una sorpresa

Si è tenuto sabato scorso, 15 novembre, il defilè della nuova collezione di Bruno Caruso.( Vi avevo già anticipato l’evento qui.)

Tra le sale dello sfarzoso Palazzo San Teodoro sono stati presentati ben 40 capi, divisi nelle tre collezioni, gran sera donna, abito uomo e sposa.

Elementi originali come i tessuti preziosi ed elasticizzati, i tagli raffinati e particolari, l’ispirazione anni 50-60 sono fusi in modo unico, rendendo i capi innovativi e ello stesso tempo eleganti nel senso classico della parola.

La cura dei dettagli è quella che solo l’haute couture possiede.

Bruno Caruso

Bruno Caruso

Guardate le mani, io sono un artigiano

 

Le applicazioni di pietre e perle danno luce e ancor più preziosità a capi già pregiati.

C’è tanta tristezza in giro, dobbiamo dare un po’ di luce a queste bellissime donne…

IMG_1887

IMG_1865

IMG_1857IMG_1856IMG_1855

Altro dettaglio protagonista della collezione sono le trasparenze, fantastici pizzi, allo stesso tempo sensuali, romantici e molto femminili.

…un po’ di trasparenze, un po’ di pietre, un po’ di luce le rendono più belle perchè sorridono di più

Si riferisce alle donne Bruno Caruso e ci fa intendere che la sua è una missione, rendere le donne non solo più belle ma anche più felici e a loro agio nei suoi splendidi abiti.

IMG_1879

IMG_1866

IMG_1860

IMG_1853

IMG_1854

 

E dopo la gran sera, la collezione uomo.

Molto lineare, pulita e ispirata al classico e soprattutto fedele alla sartoria napoletana, ma con tessuti e particolari nuovi ed originali.

La parola chiave dell’uomo vestito Bruno Caruso è

Eleganza

IMG_1931

IMG_1891

 

La sposa è molto femminile, sia trasgressiva che romantica, anche lei molto elegante e raffinata.

Oltre al bianco seta un caldo color miele fa spiccare tra gli altri alcuni abiti.

IMG_1902

IMG_1905

IMG_1917

IMG_1923

IMG_1927

 

Molti gli ospiti noti, alcuni giunti anche dall’estero come la figlia dello sceicco del Qatar, Aicha Bolho Aboutkaalil, la proprietaria del noto ristorante parigino African Lounge, Ami Bello e da Zurigo l’imprenditrice italo svizzera Miriam Marini, tutte clienti da anni dello stilista  napoletano.

Non sono mancati imprenditori e volti noti partenopei come Paola Rubino, proprietaria della Kimbo con il marito Sergio Di Sabato, il presidente della sezione Moda dell’Unione Industriali di Napoli, Carlo Palmieri, AD di Carpisa e Yamamay; e ancora Antonella Numis,  proprietaria delle scuole Adolphe Ferierre, l’avvocato Enrico Bonelli con la signora Carmen, Anna Sommella, Fabio e Celeste Fuschino, e l’attrice cantante Anna Capasso.

Ed eccoci qui alla fine di questo post pronti per scoprire il progetto per il 2015 di Bruno Caruso, istituire un’accademia per i giovani futuri couturier, a Napoli, completamente gratuita, per non perdere ciò che hanno conquistato con molto sacrificio “artigiani” come lui.

Così  ha commentato il progetto Carlo Palmieri, presidente della sezione Moda dell’Unione Industriali Napoli:

Un progetto interessante che non può passare inosservato e va sostenuto. L’azione proposta va nella direzione che da qualche anno sostengo tra gli industriali e ci confronteremo con tutte le eccellenze sartoriali che rappresentiamo.

In questo articolo ho lasciato parlare le foto di Mimmo Fontanella.

Le citazioni di Bruno Caruso sono tratte dall’intervista rilasciata a fine sfilata a Il Mattino.

Al prossimo evento xoxo Iolanda.

Bruno Caruso, Les merveilles, haute couture defilè

 

Collezione 2015 Les Merveilles sposa sm

Bruno Caruso, stilista napoletano, “artigiano del lusso”, presenterà la sua collezione 2015 con un defilè che si svolgerà sabato 15 novembre alle ore 19.00 presso palazzo San Teodoro, a Napoli, situato all’inizio della riviera di Chiaia.

La location, una grande residenza di prestigio degli inizi dell’800 è un’autentica opera d’arte in stile neoclassico e sarà l’ottima cornice per una collezione di vera haute couture fatta da tessuti preziosi come seta,  organza, mikado e satin e ricche applicazioni di perle e pietre.

La collezione “Les Merveilles” composta da quaranta creazioni, tutte confezionate dalle sapienti mani di sarte esperte,sarà caratterizzata, oltre che dai tessuti e le applicazioni preziose, da strascichi e pizzi e vedrà come colori protagonisti il bianco, il miele e il rosso.

In passerella la linea sposa, la linea gran sera e anche la linea uomo, ben 30 modelle e 5 modelli.

Bruno Caruso con le sue “meraviglie” saprà farci sognare.

brunocaruso