Shopping da Sephora: i miei prodotti a marchio Sephora preferiti

Di solito quando vado a fare acquisti da Sephora sono sempre attratta da brand esclusivi, cerco di acquistare prodotti che so di non poter trovare altrove.
In assoluto i miei marchi preferiti  sono Too Faced, Urban Decay e Benefit, amo i packaging, la qualità dei prodotti, l’originalità.
Un brand che ancora non ho avuto occasione di provare ma che non vedo l’ora di acquistare è Tony Moly, Koreano fino a poco tempo fa non disponibile nei beauty store Sephora italiani.

Insomma, quando andavo lì, attratta da varie cose per vari motivi non prestavo mai attenzione ai prodotti a marchio Sephora, poi, un po’ perché me ne hanno regalati, un po’ per l’insistenza delle commesse che lodano i prodotti a marchio Sephora ne ho provati alcuni, adesso vi dico quelli che sto amando e perché.

  1. Sephora, Blush Long Lasting nella colorazione Sweet on you! N°05; mi piace perché il colore e caldo e nei toni del pesca ma non tende troppo all’arancione come spesso accade nei normali fard di queste tonalità, il finish sembra opaco ma è leggermente satinato, il bello di questo colore è che sta bene sia in inverno quando sono completamente pallida che in estate sulla pelle abbronzata. Il più grande pregio però è la durata.
  2. Sephora, Ultimate Warming Cleaner; è un sapone per il viso che mentre viene applicato si riscalda, l’utilità dovrebbe essere quella di aprire i pori e lavare via residui di sebo e make up, lo sto provando da pochi giorni, quindi ancora devo testare bene quanto effettivamente pulisca i pori, però posso dirvi che a prima impressione mi piace molto perché sento il viso pulito ma non secco, fa poca schiuma tiepida e delicata ed è molto gradevole da usare.
  3. Sephora, Total Purify & Cleanse gel; un sapone per il viso in gel, ottimo perché molto delicato ma efficace, lo trovo molto simile a saponi per il viso in gel di brand costosi, è un’ottima alternativa a saponi specifici costosi per chi ha la pelle grassa ma non vuole spendere un patrimonio, soprattutto quando ci sono le offerte;
  4. Sephora, Triple Action Gentle Make Up Remover Gel; è uno struccante delicato formulato come acqua micellare in gel, l’ho acquistato perché mi ricordava un’acqua detergente in gel acquistata in farmacia, le formule sono diverse ma lo trovo ugualmente efficacie, molto simile è anche la sensazione che lascia sulla pelle, non ha bisogno di risciacquo ma a me piace comunque sciacquare il viso dopo essermi struccata, strucca make up long lasting e mascara ultra black.
  5. Sephora, Mud Mask Puryfing & Mattyfing; maschera purificante e opacizzante, mi piace perché si applica facilmente (sembra un fango), asciuga in fretta, è fresca sulla pelle e durante la fase del risciacquo la sua consistenza permette di fare un leggero scrub.
  6. Sephora, Bubble Bath and Shower Gel, Vanilla; bagnoschiuma e doccia gel al gusto vaniglia, in realtà la consistenza non è proprio gel ma un po’ cremosa, il profumo è bellissimo ma non stucchevole, molto delicato sulla pelle, non causa arrossamenti o irritazioni lascia un buon odore sulla pelle.
  7. Sephora, Nourishing Body Butter, Vanilla; burro corpo nutriente alla vaniglia, profumato, emolliente, delicatissimo, io lo applico anche subito dopo la ceretta per lenire i rossori, il profumo è sublime e la consistenza è simile a un burro e una mousse insieme.

Questi sono i miei prodotti preferiti da Sephora, almeno tra quelli che ho provato, e i vostri quali sono?

Fatemi sapere nei commenti e ditemi anche se vi interessano i miei prodotti preferiti da Wycon.

Un bacio

download

Estate 2016, cosa indossare? Non ve lo dico…

turquoise-flamingo-leaf-animal-fabric-Timeless-Treasures-USA-196971-3

Ieri stavo per scrivere un articolo su cosa indossare questa estate quando non si è ancora in vacanza, stavo per mettermi a dare consigli su cosa indossare e cosa no, su come stare freschi e mantenere una certa eleganza e stile e quali sono le tendenze dell’estate. Mi stavo pure impegnando a scrivere in modo da avere una buona SEO, poi, ho avuto una sorta di blocco dello scrittore e ho lasciato perdere.
Ieri sera, poi, ho ascoltato un’intervista e finalmente mi è tornato in mente perché ho aperto questo blog e come piace scrivere a me ed eccomi qui.
Oggi non so di cosa vi sto parlando, è un po’ un post con quattro chiacchiere per tenere compagnia a chi avesse voglia di leggere, come fanno le youtubers, accendono la telecamera e si raccontano.
Io mi sono appassionata alla moda quando ho scoperto per caso di essere una di quelle persone che definiamo cool hunter e questo è successo quando ancora non seguivo le sfilate, o almeno era molto difficile seguirle, aspettavo le nuove collezioni nelle vetrine e sulle riviste patinate.
Adesso che so come funzione, che ho capito il meccanismo sono quasi annoiata, le collezioni escono così in anteprima che mi sembra tutto vecchio e demodè.
Non so se sia il fatto che io vedo le sfilate e poi solo mesi dopo quei capi sono messi in vendita e si vedono su riviste e siti o se sia il fatto che ormai non c’è veramente niente di nuovo, insomma, c’è tanto e niente.

Il fast fashion ha cambiato molte regole ma, come avevo previsto, è tornata alla ribalta la moda anni ’90, quello stile sta spopolando molto e vedo che lo apprezzano soprattutto le ragazzine nate dopo il 2000, forse proprio perché per loro non sembra “già visto”, per quanto riguarda me, invece, mi guardo intorno e i capi mi ricordano qualcosa di già visto, già visto addosso a me, oppure in qualche vecchio video clip musicale o in telefilm cult come Sex and the city, Will & Grace o Beverly Hills 90210.

Parliamo invece un po’ di quello che mi sta piacendo, Philippe Plein, lo adoro, perchè? perché quello che fa è “stiloso”, lo definirei come mi piaceva definire Cavalli anni fa “tamarro con gusto”, cioè, pensateci, è facile fare un tubino nero,o un qualunque capo basic, la buona riuscita è dovuta alla tecnica sartoriale e al tessuto scelto, non tanto al buon gusto, allo stile; al contrario, creare qualcosa di appariscente e particolare che non sia too much ma che vi si avvicini molto non è per niente facile.
Cos’altro mi piace? Blake Lively, sempre, troppo bella, con un ottimo gusto e uno stile che ormai è diventato il suo marchio di fabbrica.
Poi adoro le stampe, soprattutto di fenicotteri ma anche ananas, cactus, colibrì e avocado…su costumi, t-shirts, abitini, calzini, shorts, scarpe…
Spero di non avervi annoiate, infine, voglio chiedervi una cosa, leggo sui social di gente che critica i fashion blogger accusandoli di “imporre agli altri come vestirsi” voi cosa ne pensate? vi infastidiscono i consigli di moda e stile o li reputate utili?