La mia guida personale alle scarpe basse

Mesi fa esprimevo, ad una mia collega blogger che adoro, il mio odio per le ballerine, così, discutendone lei mi ha proposto di fare una mia personale lista delle scarpe basse che secondo me sono ok.

Ecco qui la mia personale mini guida alle scarpe basse

 

Slipper

Charlotte Olympia ne è la regina e Chiara Ferragni, grazie a loro ha guadagnato fama e milioni di dollari, parliamo delle slipper, tecnicamente delle pantofole, che si sono evolute, con le mode e le esigenze della donna moderna in vere e proprie scarpe per (quasi) ogni occasione, il loro grande boom è stato un paio d’anni fa ma ancora oggi, complice la loro comodità, si trovano di ogni colore e forma, più o meno scollate, con applicazioni o disegni divertenti, o più serie in nappa a tinta unita.

Potrebbero sembrare la stessa cosa delle ballerine, in realtà sono più comode, grazie al piccolo tacchetto e alla forma che permette di mantenere meglio il piede, e soprattutto, ne esistono di molte varianti, quindi possono essere protagoniste di stili diversi e inoltre hanno una forma meno infantile rispetto alle ballerine.

slipper

slipper di iolandaniglio contenente flat shoes

 

Mocassini

Parenti stretti delle slipper ma molto più classici, alcuni li considerano scarpe da indossare dopo una certa età, io li trovo chic e soprattutto sono il simbolo dell’arte calzaturiera italian, infatti i più famosi nel mondo sono gli storici Car Shoe, i Gucci e i Tod’s.
Ne esistono ormai molte varianti ma io trovo che i più belli siano sempre i classici in camoscio colorato.
Quest’anno li abbiamo visti anche in versione platform e sono di moda quelli in vernice, con applicazioni o in colori cangianti ma anche nella versione a punta.

mocassins

mocassins di iolandaniglio contenente loafers & moccasins

Stivaletti o Ankle boots

Che siano dei bikers, dei beatles, dei camperos, raso terra, cut out, con un po’ di tacco, in versione invernale o estiva, in pelle, camoscio o in qualsiasi altro materiale, con la punta tonda o appuntiti, gli stivaletti alla caviglia sono quasi sempre una buona idea.

Potete scegliere quelli che si addicono meglio al vostro stile o al vostro look, potete scegliere quelli più comodi o quelli più alla moda, in ogni caso io li adoro, sono facili da abbinare un po’ a tutto e molto pratici.

In pratica, vanno sotto ai jeans, ai pantaloni, ai vestitini e alle gonne, con o senza calze, vi consiglio vivamente di usarli al posto delle Hogan.

ankele boots

ankele boots di iolandaniglio contenente biker boots

Scarpe sportive

La scarpa sportiva ( tranne per qualche osceno tentativo di applicazioni di tacchi o rialzi interni propinatoci negli ultimi anni) è la scarpa bassa per eccellenza, comoda, pratica, ma, che fa  appunto parte della categoria “sportive”, quindi, scordate di “uscirci”, o meglio, guardate bene con cosa le abbinate o per quale occasione le indossate.

Mi spiego meglio, io sto qui a parlarvi di scarpe sportive, perché, in passerella e ormai ovunque c’è stato il grande ritorno dei capi sportivi con cambio di destinazione, cioè, per vestirsi fighi e non per fare sport. Ora, se abbinate le scarpe sportive a relativo outfit in tema e  non state andando al matrimonio di vostra cugina è tutto ok.

Alcune vanno bene anche sotto ai jeans, fanno molto look anni ’90.sport

sport di iolandaniglio contenente puma sneakers

Stringate

Per stringate si intendo le scarpe che hanno le “stringhe”, cioè i lacci, non vengono chiamate però così tutte le scarpe che hanno i lacci, di solito con questo termine si ci riferisce alle oxford shoes.

Al pari dei mocassini e dei beatles boots come stile, hanno quel fascino retrò e senza tempo ma, in più danno quel tocco maschile che rende gli outfit intriganti, a proposito, avete letto il mio articolo sui capi maschili che non devono mai mancare nell’armadio di una donna?, tornando a noi, le stringate sono tornate di gran moda e sono state interpretate in versioni moderne molto interessanti per creare look nuovi e pieni di stile.

stringate

stringate di iolandaniglio contenente leather shoes

Sandalo flat

Il migliore amico di molte in estate, il sandalo flat sta bene con tutto, con i vestitini corti e con quelli lunghissimi, con la minigonna o con la gonna da gitana, con gli shorts o sotto i jeans.

Il sandalo flat è pratico e nella sua semplicità si presta a molte varianti, ci sono i più semplici, a volte artigianali, stile “capri”, ci sono quelli da gladiatore, quelli adornati di borchie o di frange o ancora quelli gioiello, grazie a questa versatilità, non solo si abbina a molti capi ma anche a molti stili.

Bisogna però ricordare solo una regola per non sbagliare, anche se ne esistono di bellissimi, con preziose applicazioni gioiello che starebbero bene anche sotto al più elegante abito da sere, evitateli nelle situazioni formali, in cui è meglio non scoprire troppo il piede.flats sandals

flats sandals di iolandaniglio contenente black slingback sandals

Altre scarpe basse che adoro sono le espadrillas e stupendi sono gli stivali, in realtà io amo gli stivali in tutte le loro varianti ma ne parleremo più approfonditamente in un altro post perché saranno i protagonisti del prossimo inverno.

Spero che questo articolo vi sia piaciuto.

Un bacio.

Iolanda

Annunci

2 pensieri su “La mia guida personale alle scarpe basse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...