Un po’ di make up

Ecco una piccola gallery con alcuni dei miei recenti make up
wpid-img_20141219_200511.jpg
wpid-img_20141216_175926.jpg
wpid-img_20141115_131013.jpg
wpid-img_20141004_012931.jpg
Che ne pensate? Vi piacciono? non sono una mua ma amo giocare col make up, se volete sapere i prodotti usati o qualsiasi altra info scrivetelo pure nei commenti.
xoxo Iolanda

Xmas outfit alternativi

Avete già letto la mia guida completa agli outfit delle feste? Ecco qui il post, dedicato soprattutto a chi ha un gusto più classico e femminile, se l’avete già letta, invece, passate oltre e leggete questa seconda parte per le alternative e le più audaci.
Partiamo dalla notte di Natale, cena di solito in famiglia, molte a mezzanotte vanno in chiesa, e si aspetta Babbo Natale, le più classiche scegliertanno gonna, calze o vestitino, ma ci sono ragazze che proprio queste cose non le amano, ecco degli spunti

alternative

Questi sono gli esempi di come si può essere eleganti in jeans e di come si può avere un look adatto alle feste pur avendo uno stile alternativo, basta un maglione semplice e un pantalone a fantasia che richiami le feste.
Per quanto riguarda le scarpe, spesso, chi non ama gonne e vestitini non ama nemmeno i tacchi. Anche se, sotto gli outfit che vi ho appena mostrato io metterei senza alcun dubbio uno stiletto nero tacco dodici, magari a tronchetto, vediamo anche le alternative più basse e rasoterra.

xmas shoes

A parte la prima fila col tacco alto, ce n’è per tutti i gusti, camperos, bikers, beatles, dr. martens, all star…
Ecco invece qualche idea per il pranzo

xmas ootd

Spesso, anche chi ha uno stile alternativo è alla ricerca di un vestitino, molto in voga quest’anno è il vestitino alla Mercoledì Addams, collegiale, nero con dettagli bianchi, e le sue varianti, qui ad esempio c’è in pizzo e a motivo tartan e tutti e tre i modelli sono diversi tra loro.

mercoledì

Oltre ai vestitini, ai jeans e ai pantaloni c’è anche un’altra alternativa, gli shorts, con le calze giuste possono essere molto eleganti, bisogna stare attenti solo a una cosa che non siano o che comunque non sembrino troppo estivi, quindi liberi di scegliere tra tweed, lana, pelle, ecopelle, seta, o ancora in pizzo, ricamati a vita alta o bassa, tartan…

shortsxmas

Le più audaci, invece, a Capodanno potranno osare con altri tipi di shorts, possibilmente scintillanti

shorts capodanno

Per quanto riguarda accessori, scarpe e make up vi rimando al precedente post.
Buone Feste a tutti
xoxo

Forse non tutti sanno che…curiosità sul mondo della moda 2

Eccoci per il secondo appuntamento sulle curiosità. Se vi siete persi le prime 3 potete trovarle qui.
Queste volta le curiosità sono storiche e su importanti e lussuose maison, Fendi, Gucci e Chanel pronti a scoprirle?

Il logo “doppia F” di Fendi è stato ideato da Karl Lagerfeld nel 1967 e le due F non rappresentano il nome Fendi ma la sigla delle parole “Fun Fur”.

Karl Lagerfeld da giovane

Karl Lagerfeld da giovane

ff
fendi bag
ff shoes
ff bra
La borsa bamboo di Gucci, quella col manico in bamboo, è nata negli anni ’40 per “necessità”.
In quegli anni di dittatura fascista, infatti, era difficile reperire materiali all’estero e quindi Gucci iniziò a sperimentare con materiali “non lussuosi” come canapa, lino, iuta e le canne di bamboo, queste venivano brunite e curvate dagli artigiani per creare i manici delle borsa.
bamboo
bamboo2

Dagli anni ’60, ai ’40, viaggiamo ancora più indietro, arriviamo al 1921 quando Madame Chanel commissionò ad Ernest Beaux, allora profumiere dello zar di creare la fragranza femminile per eccellenza, nacque Chanel N°5.
Il suo nome, molto insolito per l’epoca in cui è nato, quando i profumi avevano nomi pomposi, è dovuto al semplice fatto che Madame Chanel scelse il quinto campione presentatole da Beaux.
La bottiglia, anche essa molto semplice per quegli anni, nasconde in realtà un segreto, il tappo con il suo taglio a diamante riprende il perimetro di Place Vendome, in seguito anche la bottiglia stessa richiamerà quella forma.
Inoltre, più avanti con quella stessa forma nascerà l’orologio Chanel Première.
Chanel-N°5
chanel-n5
place vendome
chanel premiere
Conoscevate già queste curiosità?
alle prossime xoxo
Iolanda

Ultimo week end di shopping prima di Natale

No, non vi ammorberò con una lista di desideri o idee regalo come fanno tutti, non vi dirò comprate questo o quello alla mamma, al fidanzato, all’amica.

Foto scattata da me al cc Porte di Roma

Foto scattata da me al cc Porte di Roma

Lo shopping, si sa, è personale, e si basa su una cosa importantissima, i fondi monetari a disposizione.
Potrei fare una lista di oggetti fantastici qui sotto ma se poi non si possono comprare allora la lista sarà per pochi eletti, se invece metto idee regalo economiche o fatte in casa potrei passare per tirchia.
Insomma, fare regali secondo me è una cosa delicata, gli oggetti banali non fanno sbagliare ma sicuramente sono senza effetto sorpresa, i regali costosi sono graditi ma potrebbero mettere in difficoltà chi non ha potuto contraccambiare con qualcosa di altrettanto costoso.
I regali beauty poi, si dice che con quelli non si sbaglia mai, che sono sempre graditi, è vero, soprattutto per le donne, però bisogna fare attenzione coi profumi, potrebbero seriamente non piacere o addirittura dare fastidio, o coi colori del trucco, la commessa potrà dirvi che la vostra amica bionda starà benissimo con quel colore ma a lei potrebbe non piacere anche se è adatto a lei più del colore che usa di solito e che ama.
Per l’abbigliamento bisogna fare attenzione oltre che ai gusti di chi riceverà il regalo anche alla taglia, è comunque preferibile non acquistare jeans o scarpe che è sempre meglio misurare.
Affidatevi alle confezioni natalizie che spesso sono convenienti e già presentate in un bel packaging, fate attenzione a non farvi scappare offerte e promozioni fatte da profumerie, altri negozi o siti on line, se acquistate on line meglio farlo con largo anticipo.

Foto scattata da me al cc Roma est

Foto scattata da me al cc Roma est

Mi raccomando, soprattutto, la cosa più importante è fare i regali col cuore, perché vi fa piacere e non perché siete obbligati.
Buon week end di shopping a tutti.

Dodicitrucchiduemilaquindici, un calendario per Ciro

Troppo spesso quando si parla di moda, make up e tutti i mestieri ad essi associati si pensa subito a qualcosa di frivolo, superficiale.
La realtà, a mio parere, è un’altra, dietro ci sono grandi professionisti e grandi idee e alcune di queste, per fortuna, riescono a lanciare forti messaggi positivi e a dare aiuti concreti per il sociale.
Oggi vi parlerò proprio di una di queste idee.
Lo scorso 8 dicembre, l’atelier di Bruno Caruso, a Napoli in via Poero, è stata la location da sogno della presentazione di un calendario molto speciale.
“Dodicitrucchiduemilaquindici” è il nome del calendario ideato dalla make-up artist Ortensia Tropeano, e ciò che ha di speciale sono le 12 modelle “non-modelle”, infatti sono state scelte 12 ragazze che non avevano mai posato per delle foto professionali, che si occupano di altro nella vita e che hanno accettato la sfida della mua.
La sfida era quella di dimostrare che con un valido trucco si possano valorizzare anche delle ragazze semplici.
“Voglio fare un calendario ma senza modelle professioniste. Io voglio trasformare con il make up delle semplici ragazze in top models. Tutti devono capire la forza del mio lavoro”, ha scritto Carmen Cozzolino, blogger di Life Rulez citando la sua amica Ortensia Tropenao e, lei e il suo staff, le sue assistenti Serena Coppola e Noemi Grimaldi, il fotografo Raffaele Bifulco, l’ hair stylist Salvatore Gargiulo, la stylist Antonella Porta, il project manager Massimiliano Di Maio e la direttrice della rivista Pink life Linda Suarez, ci sono riusciti, e non solo, hanno trasformato un progetto di bellezza in concreta beneficenza.

Lo staff del calendario

Lo staff del calendario


I fondi raccolti grazie alla vendita del calendario andranno, infatti, all’associazione “Ciro Vive”, nata in onore del tifoso del Napoli ucciso a Roma in occasione della partita della finale di coppa Italia.
Alla presentazione in atelier era presente anche Antonella Leardi, la mamma di Ciro, che ha subito accolto il progetto e ha dichiarato “Non immaginavo che il segnale contro la violenza che ho lanciato potesse essere recepito da settori e ambienti che con lo sport hanno poco in comune. Con questo calendario, che si unisce ad altre iniziative benefiche che ci aiutano, potremmo realizzare i progetti contro la violenza verso le donne”.
Ortensia Tropeano, Antonella Leardi, Bruno Caruso

Ortensia Tropeano, Antonella Leardi, Bruno Caruso


Ortensia Tropeano e Antonella Leardi

Ortensia Tropeano e Antonella Leardi


Domenica scorsa, 14 dicembre, poi, il calendario è stato ufficialmente presentato al pubblico.
La presentazione è avvenuta durante una serata di Gala glamour a Villa Campolieto ad Ercolano alla quale hanno partecipato oltre 500 invitati.
Ortensia Tropeano con le sue "modelle"

Ortensia Tropeano con le sue “modelle”


Carmen Cozzolino, Ortensia Tropeano, Bruno Caruso

Carmen Cozzolino, Ortensia Tropeano, Bruno Caruso


Alla serata presenti le dodici ragazze che hanno indossato abiti di Bruno Caruso e un make-up creato per loro da Ortensia Tropeano, ogni ragazza, poi ha affiancato la pesentazione fotografica per mettere in risalto la naturalezza degli scatti, il tutto è stato curato da Massimiliano Di Maio.
“Più brave di molte top model” sono state definite le ragazze dalla stessa Ortensia Tropeano.
GENNAIO, Karolina Wojeciechowska

GENNAIO, Karolina Wojeciechowska


FEBBRAIO, Maria Laura Vestri

FEBBRAIO, Maria Laura Vestri


MARZO, Maria Bruna Salamandra

MARZO, Maria Bruna Salamandra


APRILE, Monica Parascandolo

APRILE, Monica Parascandolo


MAGGIO, Claudia Palermo

MAGGIO, Claudia Palermo


GIUGNO, Gabriella Esposito

GIUGNO, Gabriella Esposito


LUGLIO, Elvira Gagliano

LUGLIO, Elvira Gagliano


AGOSTO, Roberta Marino

AGOSTO, Roberta Marino


SETTEMBRE, Noemi Apre

SETTEMBRE, Noemi Apre


NOVEMBRE, Federica Grasso

NOVEMBRE, Federica Grasso


DICEMBRE, Angela del Vecchio

DICEMBRE, Angela del Vecchio


Non sono mancati poi i momenti di spettacolo come la musica del trio Music Plant, l’esibizione dei maestri di tango del Salone Margherita di Napoli, Nora Witanowsky e Juan Carlos Martinez e il flash mob di Peppe Coppola e Francesca Wirz al quale hanno partecipato una quindicina di ragazzi.
Non è mancata nemmeno la beneficenza, durante la serata sono stati raccolti fondi per oltre 2000,00 euro, grazie alla vendita benefica del calendario, destinati all’associazione Ciro Vive.
Il calendario, sarà in vendita attraverso il sito della make up artist Ortensia Tropeano www.ortensia.tropeano.com e quello dell’associazione nata per ricordare il giovane tifoso napoletano www.associazionecirovive.it al prezzo base di soli 10 euro.
Nel mese di gennaio, ci saranno altre occasioni per partecipare alla promozione del calendario “Dodicitrucchiduemilaquindici” e fare beneficenza, sabato 10, 17 e 24, infatti, si svolgeranno in alcuni negozi della zona di Chiaia delle prove gratuite di trucco con Ortensia Tropeano dove sarà possibile acquistarlo.

Xmas mood: all that glitter, all that gold

In questo periodo prenatalizio, durante le vacanze e ad ogni festa, ci piace tanto, ma tanto vestire bene, apparire al meglio e, perché no, indossare cose che non indosseremmo mai in altri periodi dell’anno.

Ogni anno, la voglia di shopping è tanta, i negozi sono addobbati a festa, per le strade ci sono tante splendide luci e per chi ama lo shopping è una gioia fare regali ma soprattutto comprare qualcosa di bello per se da sfoggiare alle feste, o, con la scusa di farsi un regalo comprare un prodotto, magari costoso, che fino ad ora non si era avuto il coraggio di comprare.

L’aria di festa è sempre piacevole, e sia che le feste si passino in famiglia o con gli amici c’ è sempre una cosa che a Natale possiamo fare: luccicare.

Eh si, perché parliamoci chiaro, il maglione in lurex, le paillettes, gli strass, non sono molto adatti durante il resto dell’anno o per l’ufficio (anche se qui vi avevo spiegato come indossarli visto che sono la tendenza di questo inverno).

Quindi, ora la smetto di parlare e passo a mostrarvi alcune idee luccicose per le feste ma anche per aspettarle.

xmas#1

Questo outfit è adatto anche al periodo prefestivo, infatti potete sfoggiarlo in un pomeriggio di shopping, così, tolto il cappotto (ah, il cappotto color cammelllo è un must have di questo inverno) sarete pronte per l’aperitivo con le amiche, ma va bene anche per un party tra amici, dipende da come lo accessoriate, ad esempio, stivali e shopping bag per passeggiare, decolleté e pochette per festeggiare.

xmas#2

Ma adesso entriamo nel vivo delle feste, parliamo degli outfit di Natale, cena del 24, pranzo del 25 e Santo Stefano, questi è meglio comprarli di una taglia in più, giusto per stare comodi a tavola.

xmas#3

Ecco, così sarete carinissime mentre aspettate Babbo Natale, ma anche per aspettare il principe azzurro non è niente male, e mi raccomando non dimenticate un bel paio di calze particolari, magari in pizzo per completare il look. Se invece amate tanto il rosso, è l’occasione giusta per esagerare.

xmas#4

Ma c’è anche chi ama un rilassante Natale in casa, con la famiglia, accanto al caminetto, ecco, in quel caso non devo dirvi io come vestirvi, maglione, leggings, ugg, però io non vi farò vedere l’outfit e nemmeno voi dovrete farvi vedere in giro così, ve l’ho detto, è per un Natale in casa.

Per chi invece a stare in casa proprio non ci pensa, passato Natale, cosa c’è di meglio di una bella passeggiata di Santo Stefano con le persone che amiamo?

xmas#5

E adesso cosa manca, ah Capodanno, Cenone e discoteca?

xmas#6

Che sia oro, argento, rosso, nero o di qualsiasi altro colore le parole d’ordine sono vestitino, sexy, luccicare. E poi completare con gli accessori giusti.

xmas#8
xmas#7

Ma forse stiamo dimenticando qualcosa per luccicare ancora di più, ah certo, il make up

xmas#7

Buone feste a tutti
xoxo Iolanda