La moda passa, lo stile resta, il senso estetico si evolve

No, questa non è una lezione di storia della moda, non vi farò ripercorrere tutte le tendenze dei vari decenni, per quanto possa essere interessante e a tratti commovente ma faremo lo stesso un viaggio nel tempo.

Pensate al vostro paio di scarpe preferito attualmente, quello che possedete usate molto e amate, fatto? ok, adesso pensate a quando avevate 14 anni, pensate al paio di scarpe che amavate e indossavate più spesso, fatto?
Sono molto diverse vero?
Ora fate lo stesso con i pantaloni, le maglie, il trucco, i capelli e tutto il resto…

Pensateci bene, chi segue la moda, ha cambiato molto spesso gusti, forse avrà mantenuto lo stile (più femminile, più sportivo, più sofisticato, molto semplice), ma pensateci bene, ciò che prima era bello ora é brutto e viceversa.

Il senso estetico cambia, le mode pure, la domanda è, cosa influenza cosa?

sono le mode ad influenzare le persone e quindi il senso estetico o è il senso estetico che si evolve ad influenzare le tendenze?

Le mode, ciclicamente ritornano, rielaborate, in una nuova chiave, ma ritornano e ogni volta succede una cosa, immancabilmente ricaschiamo nella trappola, compriamo qualcosa che un anno prima non avremmo mai comprato, o qualcosa che al “turno” precedente avevamo etichettato come orribile o al contrario definiamo orribile qualcosa che amavamo.

Secondo voi sono così bravi gli stilisti a creare quello che ci piacerà o sono più bravi gli esperti di moda a prevedere cosa ci piacerà di quello che gli stilisti hanno proposto?

Siamo noi che influenziamo loro o loro che influenzano noi?

Commentate, commentate, commentate…
XOXO Iolanda

Annunci

2 pensieri su “La moda passa, lo stile resta, il senso estetico si evolve

  1. A mio parere, gli stilisti creano e realizzano collezioni secondo i propri gusti e secondo le proprie ideologie, attenendosi sempre alle tendenze di base. Ovviamente le aziende lavorano frequentemente per sapere cosa andrà di moda l’anno successivo, ma è una cosa molto “interna” all’azienda, che uscirà fuori solo nei cataloghi e sulle passerelle successive. Poi analizzano il mercato dei consumatori e valutano in che “modo” vendere il nuovo “prodotto”. Dunque, non realizzano per gli altri, ma trovano il modo per far veicolare al meglio le loro collezioni. Direi che sono più gli esperti di moda ad influenzare i nostri gusti, soprattutto in modo molto veloce. La stampa, i blog, i cool hunter, sono ormai veri e propri ricercatori ed anticipatori di tendenze, ed interagiscono in modo abbastanza diretto con la società 😉

    Nuovo post: http://www.writeyourstyle.com/trend/mfw-street-style-2015/

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...