La vera tendenza per la prossima stagione autunno/inverno…let it shine!

Chi segue la moda lo sa, siamo bombardati mesi prima su cosa andrà o non andrà nella stagione successiva senza però sapere cosa effettivamente piacerà tra le tante cose proposte. Poi c’è chi si limita a copiare quello che vede in giro e quindi si ritroverà con un anno di ritardo rispetto alle tendenze. Poi ci sono io.

Scommetto che siete ansiose di sapere su cosa è meglio mettere le mani nel vostro prossimo shopping, eccovi accontentate.

Il segreto è “luccicare”! Che siano paillettes, pietre, strass, o applicazioni metalliche il segreto è avere addosso almeno una cosa che luccica, come ad esempio le scarpe olografiche di cui vi avevo parlato.

L’ideale sono gli accessori metallizzati ma anche abiti con applicazioni luccicanti o accessori con applicazioni gioiello andranno benissimo.
Voi direte, qual è la novità? La novità è che non faranno più solo parte del nostro guardaroba da sera o in quello elegante per le grandi occasioni, la novità è che ora sono capi e accessori da giorno.

Ora molte fashioniste storceranno il naso, ed hanno pienamente ragione, spesso le cose metallizzate o con applicazioni possono risultare di “cattivo gusto” o eccessive o troppo eleganti o comunque inadatte al giorno.

Il vero segreto è seguire delle semplici regole, eccole qui:

Scegliete pietre molto colorate che formino composizioni non impegnative o troppo eleganti per collane vistose, e lasciate questo dettaglio come centro dell’attenzione rispetto a tutto l’outfit, cioè, il resto deve essere sobrio.
Scegliete borse e scarpe metallizzate, anche di colori diversi tra loro, e mantenete tutto il resto dell’outfit a tinta unita o sugli stessi toni o a contrasto.
Per poter indossare le paillettes o gli strass anche di giorno scegliete capi di colori neutri e chiari, no al nero o colori scuri che possono far pensare alla sera e abinateli ad accessori casual.
Le pochette gioiello possono essere accostate ad una shopping bag come accessorio per abbellirla.

La regola generale è mettere un solo capo o uno al massimo due accessori luccicanti e tenere il resto dell’outfit sobrio come colori e casual per quanto riguarda materiali e modelli.

Anche gli occhiali da sole con applicazioni gioiello sono molto in voga, come vi avevo già raccontato qui.

image

 

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

 

image

image

Segreti rubati…ai parrucchieri

I miei capelli ne hanno passate tante, hanno conosciuto svariati tagli e colori, fatti in casa o dagli acconciatori, in tanti anni però, sia quando sono andata a riparare danni, sia quando sono andata a dare una semplice spuntatina, qualche consiglio l’ho ascoltato, e adesso ve li svelo.

Il primo importantissimo segreto per avere bei capelli, può sembrare stupido ma è molto importante, è quello di scegliere i prodotti giusti.
Questo consiglio non può essere seguito al volo ci vuole tempo per cercare e testare i prodotti ma è molto importante e quindi non bisogna arrendersi.

Chi ha cute grassa e punte secche deve usare uno shampoo seboregolatore e non antigrasso perchè deve solo bilanciare la produzione di sebo, non diminuirla o cercare di bloccarla.

La maschera per i capelli va fatta uno shampoo si e uno shampoo no, l’ideale sarebbe fare lo shampoo ogni 5 giorni in questo modo la maschera capita ogni 10 e non bisogna usare il balsamo.

La maschera non va mai applicata alla radice, per applicarla nel modo giusto raccogliete i capelli in una coda e applicate la maschera solo dall’elastico fino alle punte.

Chi ha i capelli grassi o che si sporcano in fretta dovrebbe usare prodotti senza risciacquo perchè sono più leggeri.

La spazzola, si o no? Allora, spazzolare i capelli spesso li spezza ma è anche vero che li rende lucidi e li mantiene più puliti, quindi, si, spazzoliamo i capelli ma invece di partire dalla radice e tirare fino alle punte districhiamo prima tutte le punte delicatamente, dopo di che possiamo procedere a spazzolarli normalmente ricordando di massaggiare la cute (stimola i vasi sanguigni e fa bene ai capelli) e di tenere sempre la spazzola ben pulita.

Se li asciugate facendo la piega con spazzola e phon tenete il phon a una certa distanza dalla spazzola, non fate come certi acconciatori che addirittura chiudono la ciocca a contatto tra spazzola e phon.

Una volta al mese fate uno shampoo purificante, cioè utilizzate pochissimo prodotto, magari bio o delicato e sciacquate molto abbondantemente.

Terminate gli shampoo con un getto d’acqua fredda, chiuderà le squame e renderà i capelli puù lucidi.

Quando usate lo shampoo diluitelo sempre con un po’ d’acqua prima di applicarlo sui capelli.

E…voi avete altri consigli? scriveteli nei commenti

Tutta la verità sulla VFNO 2014

Alla vogue fashion’s night out romana c’ero anche io e voglio proprio raccontarvi tutto, anzi, tutta la verità.
Ecco, la verità è che io sono partita con buone intenzioni, faccio belle foto, scrivo un bell’articolo, solo che poi è successo l’irreparabile, io, me medesima, mi sono ritrovata in mezzo a tutti quei negozi, lussuosi, scintillanti, e allora ho preso una decisione, quella di godermi la serata!!!
Si, niente stress da fashion blogger, niente foto ai negozi agli outfit alle strade ai gadget, niente, mi sono goduta una bella serata di shopping sorseggiando prosecco e toccando con mano scarpe e borse che non avrei mai potuto comprare.
Ci tenevo tanto alla beneficenza e almeno il caffè per aiutare le donne etiopi l’ho comprato, poi sono stata rapita da Sephora per quasi un’ora, l’importante però è che io sono stata veramente bene, mi sono divertita e penso che serate così si dovrebbero fare più spesso,  è bello entrare in un negozio e sentirsi coccolati e viziati.

image

La scelta dell'outfit

image

Scarpe a prova di pioggia Albano

image

Al palazzo Caffarelli a degustare la miscela Lavazza

image

Da Lush

image

Fotografate dalle Voguistas per il nuovo Samsung Alpha

image

Piccolo pensierino da Samsung

Dilemmi di “mezza stagione”

Settembre, strano periodo, mese in cui si ritorna a scuola, al lavoro, agli studi, mese in cui si ricomincia ad andare a letto presto, in cui ricominciano le serie tv e ritorna la voglia di passare le serate sul divano con una bella copertina calda sui piedi.
Ecco, a settembre sappiamo benissimo cosa ci va di fare la sera, sappiamo benissimo quali sono i nostri impegni, a queste certezze però si oppongono grandi, amletiche incertezze:
1)ma oggi fa caldo o freddo?
2)pioverà?
3)che mi metto?
4)ma devo vestirmi estiva o invernale?
5)ma se metto le scarpe aperte e poi piove?
6)ma è troppo presto per gli stivali?
7)ma se metto i sandali sotto al cappotto?
8)ma stanno bene gli stivali senza calze?
9)dove cavolo trovo un paio di scarpe da mettere adesso?
Ecco, questo è lo stress che ogni mattina e ad ogni uscita si pone ne mese di settembre, poi in questo periodo moda e riviste non ci vengono in soccorso, anzi, compri Vogue e tutto, ma dico tutto è adatto a passare una settimana al polo Sud, poi ti viene in mente di seguire la fashion week ma ti rendi conto che è per la prossima estate e tutto è adatto per un week end alle Bahamas, allora vai a fare un giro per i negozi e trovi lo scaffale in saldo col bikini e gli hotpants e lo scaffale dei nuovi arrivi con maximaglia in lana e piumino.
Inizi ad incavolarti.
LA SVOLTA
Ho cercato di girare questo periodo in mio favore, primo per sfruttare tutte le cose che ho ma che uso poco e secondo per potermi vestire in modo strano senza sembrare ridicola.
LA SOLUZIONE
Metto spesso abitini leggeri lasciando le gambe nude e completando il look con giacca di pelle e stivali.
Metto felpe, jeans e t-shirts, indumenti che tutte abbiamo ma che io uso pochissimo con le sneackers, altro pezzo di solito abbandonato nei meandri della scarpiera.
Metto quelle maglie strane che di solito compro perchè mi piacciono ma che in inverno sono troppo fredde e in estate troppo calde come ad esempio quelle con collo alto e manica corta o quelle con le maniche a pipistrello o ancora quelle a manica lunga ma con la schiena da fuori, insomma, strane.
Metto le gonne a campana, in inverno con le calze e tutto il resto mi sembrano un po’ “da vecchia” e per l’estate sono troppo lunghe e romantiche, in questo periodo con una scarpetta tipo mary jane o uno stiletto sono l’ideale.
Metto leggings e sandali a mascherina e abbino o le sopracitate maglie strane o vestitini molto corti o maxi t-shirts.
Metto pantaloni alla zuava, perchè sto comoda e si abbinano bene alle pantofole e il divano che mi aspettano la sera.
IMPORTANTE
Ma soprattutto, cerco di fare gli ultimi affari con i pochi ultimi pezzi che trovo in saldo, cercando di comprare cose strane, in modo da poterle mettere subito.
AIUTATEMI
Il dilemma più grande però è sulla mia passione, le scarpe, amo i sandali e gli stivali, ne ho molti, non ho ancora trovato le scarpe perfette per la primavera e l’autunno, aiutatemi, non voglio mettere le Hogan!!!

I’m perfect o imperfect?

Abbiamo parlato tante volte di stile, gusti, cosa mettere quando, non abbiamo mai parlato di perfezione, dell’essere impeccabili.
Molti sostengono che la perfezione non esiste che ognuno o ha un difetto o commette un errore.
Io certamente non sono perfetta e non esco MAI abbigliata o curata in modo impeccabile e soprattutto ho i miei difetti (il mio splendido caratterino ad esempio) ma, esistono persone perfette??? (Sia nell’aspetto che nel modo di essere). Io penso di si, o almeno ci sono molte persone che all’apparenza lo sono. Io vorrei esserlo? Certamente in alcune cose si, come ad esempio lo studio e il lavoro ma per tutto il resto, amo il mio stile imperfetto.  Se ho bei capelli magari non mi trucco e se sono perfettamente truccata magari non ho fatto le unghie oppure ho splendidi abiti e dimentico di mettere gli accessori, altre volte ho vecchi abiti e splendide scarpe o vecchie scarpe e pedicure fantastica. Insomma questa sono io, il mio outfit è il mio biglietto da visita e come sempre, in un modo o in un altro,  mi rispecchia alla perfezione. Non è a suo modo anche l’imperfezione uno stile?
Voi cosa ne pensate?