proteggere l’involucro

Uno dei nostri doveri è proteggere chi ci protegge e ciò che ci protegge.

Lei, ci protegge da una vita, Lei per noi c’è sempre stata, Lei per noi si becca sole, smog e tutte le schifezze che per anni tra una prova e l’altra ci mettiamo sopra, si, è proprio Lei, la nostra PELLE.

Non voglio star qui a parlare della pelle e dei suoi strati e tutto il resto, a chi interessa lo cercasse su wikipedia.

Prima di tutto voglio partire dal VISO, lì, come per le mani (di cui parlerò tra poco) la pelle è sempre esposta e sottoposta a stress come il make up, lo smog, il fumo di sigaretta, il sole… Per prenderci cura del nostro viso il primo passo fondamentale è DETERGERE. Il detergente deve essere specifico per il viso e delicato, questo vale per tutti i tipi di pelle, mentre, gli step successivi variano a seconda del tipo di pelle, ma, in genere sono ESFOLIARE e IDRATARE. Una pelle pulita è anche più bella e luminosa e lo step successivo, cioè il MAKE-UP, risulterà migliore su una pelle fresca idratata e pulita.

Chi ha la pelle secca, dopo il detergente dovrebbe applicare un tonico molto delicato senza alcool e infine una forte crema idratante; chi ha la pelle grassa dovrebbe usare il tonico e mai il latte detergente e una crema idratante oil-free.

Uno step importantissimo per la skin-care è STRUCCARSI, bisogna farlo ogni sera, e dopo essersi struccate ripetere di nuovo tutti i passi della detersione all’idratazione. Ci sono in commercio struccanti specifici per ogni tipo di esigenza a seconda del tipo di pelle o dei tipi di trucco usati, a volte però sono un po’ costosi, però con solo acqua e sapone il trucco non va via, quindi, io consiglio del semplice latte detergente per chi ha la pelle secca e dell’acqua micellare per chi ha la pelle grassa.

Argomento spinoso del viso sono i BRUFOLI, io ho cercato per molti anni di combatterli ma sempre con scarsi risultati, provando di tutto, dai saponi del supermercato ai medicinali prescritti dal dermatologo, non c’era niente da fare, poi, a 18 anni sono stata salvata dal sistema in tre fasi della Clinique, da allora lo uso sempre, prevede più o meno gli stessi step che vi ho elencato sopra e quando capita che spunta un brufoletto uso altri prodotti sempre della Clinique S.O.S. specifici per brufoli, in 48 ore il brufolo sparisce. (non avrei voluto specificare marche di prodotti ma questa è veramente l’unica soluzione valida per me). Per ultimo ma non per importanza, mettete sempre la protezione solare sul viso, se non vi va di usare mille prodotti ci sono creme idratanti da giorno o fondotinta, sia liquidi che in polvere con filtro solare, di solito è SP15 o 20, quindi in estate non bastano e bisogna mettere la crema specifica.

Passiamo alle MANI, io le ho sempre avute molto delicate, in inverno si spaccavano ed ero soggetta a fastidiosissimi (a volte sono anche dolorosi) geloni, non potevo mettere nessuna crema idratante perché mi causavano bruciori dove la pelle era spaccata e poi, i geloni, bisogna prevenirli, altrimenti una volta gonfiati, non c’è modo di farli andare via se non quello di aspettare la primavera. Quest’anno ho avuto una brillante idea, mi sono detta, se il sapone Clinique mi ha salvata perché non vedere se fanno anche una crema mani. Sono andata in profumeria, le creme per le mani sono due, io ho scelto la “deep confort” e usandola quando ne sentivo il bisogno e utilizzando un paio di guanti quando uscivo, per la prima volta nella mia vita, niente geloni. I guanti sono molto importanti, quelli di lana o ancora peggio, quelli sintetici non li preferisco, amo i guanti in pelle e in camoscio. L’anno scorso presi dei bellissimi guanti in pelle nera con dentro una pelliccia sintetica, mi ci sono trovata bene, però quest’anno, ero da Diffusione Tessile e ho trovato uno splendido paio di guanti in camoscio con fodera in pura lana, posso dire che sono tutta un’altra storia.

Infine, la pelle del CORPO, va sempre idratata e coccolata, scegliete prodotti di qualità e soprattutto adatti alle vostre esigenze e ascoltate la vostra pelle, se vedete degli arrossamenti o dei piccoli sfoghi di brufoletti, molto probabilmente i prodotti che state usando non sono adatti a voi. Io amo fare lo SCRUB di tanto in tanto, diciamo ogni 15 giorni, mentre in estate lo faccio più spesso, nei giorni in cui vado a mare lo faccio ogni sera, rende l’abbronzatura più uniforme e la pelle luminosissima e liscia, e poi applico sempre un doposole, mentre normalmente uso oli per il corpo profumati o semplici creme idratanti.

I PIEDI, quasi un feticcio per me, prima di tutto hanno bisogno di ottime scarpe, quindi scegliete materiali naturali, non mettete scarpe fredde o scarpe troppo calde dove potreste sudare e non mettete scarpe che fanno soffrire troppo , approfondiremo l’argomento scarpe molto dettagliatamente in seguito. Ogni mese  in inverno e ogni 2 settimane in estate fate una bella pedicure, io ho imparato a farla da sola, i piedi ringraziano.

Proteggete le cose a voi care.

Annunci

Un pensiero su “proteggere l’involucro

  1. Pingback: Make up, the first step:il fondotinta | chasseursdechaussures

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...